• info@resistancetraining.it

RESISTANCE TRAINING: per la FORMA e la CONDIZIONE

RESISTANCE TRAINING: per la FORMA e la CONDIZIONE

RESISTANCE TRAINING : FORMA

 

A cura del dott. Filippo Massaroni

RT_logo2

Programmi d’esercizi con resistenze possono indurre notevoli e controllabili adattamenti. In questa sezione troverete principalmente  programmi che perseguono come primo obiettivo un corpo in Forma. Intendiamo con questo una massa muscolare di dimensioni riconducibili a modelli classici e sopratutto distribuita in classiche proporzioni tra i gruppi muscolari. Un livello di capacità condizionali, forza, resistenza, articolarietà e capacità aerobica, un percepito senso del benessere tali da incidere positivamente e notevolmente sulla qualità della vita. In questa ricerca, gli effetti degli esercizi sia locali sia sistemici devono essere abilmente gestiti.  Un aspetto chiave dei programmi per la Forma è l’individualizzazione. Partire dalle possibilità del soggetto in tutti i suoi aspetti, per tracciare un progetto è qualità necessaria delle abilità del tecnico. Le nozioni di base del tecnico della Forma, sono le stesse che dovrebbe avere la figura che va sotto il nome di Personal Trainer. Le responsabilità di questa figura sono notevoli. Per uno stesso obiettivo su un ipotetico cliente il PT può scegliere tra numerosi esercizi i cui effetti possono entrare in conflitto con la meccanica individuale del soggetto. L’ampia scelta deve essere una garanzia per evitare il conflitto. Da qui la richiesta di adeguate abilità e di presa di coscienza di responsabilità superiori a quelle conseguenti nella ricerca di condizione ad alto livello, che include rischi accettati, caratteristiche delle attività competitive. La “zona” Forma tiene in grande considerazione l’Età del soggetto. Il programma di un trentenne e di un sessantenne che chiedono le stesse cose, è notevolmente diverso. Gli effetti dell’età sul corpo umano è inevitabile. Riportare le lancette dell’orologio indietro è possibile su alcune funzioni ed è uno dei punti di forza delle esercitazioni del Resistance Training. La riattivazione di queste funzioni passa attraverso la scelta, l’esecuzione di esercizi e quantità di lavoro che deve passare attraverso una severa analisi da parte del PT. Le conoscenze  e le abilità richieste a questa figura professionale sono, come si evince, notevoli. Corsi affrettati di uno o due fine settimana non possono essere sufficienti. Eppure la maggior parte degli operatori proviene da questi percorsi. Questa sezione che in seguito verrà integrata da incontri, nasce con l’intento di far crescere professionalmente i tecnici che hanno scelto questo come primo o secondo lavoro. Una caratteristica, oltre l’umiltà, è richiesta ai PT ed agli operatori nel RT; il bisogno di un continuo aggiornamento culturale. Il bisogno di movimento sia individuale che sociale nasce nelle società occidentali avanzate. E’ quindi un bisogno culturale. Impossibile rispondere a questi bisogni senza adeguate conoscenze di base.

forma

Invia il messaggio